Contratto per sostituzione colf e badanti: come fare?

Come deve procedere il datore di lavoro domestico quando la sua colf, badante o baby sitter si assenta ad esempio per aspettativa, ferie o maternità oppure in caso sia malata o infortunata?

Se il datore ha necessità di sostituire la collaboratrice assente dovrebbe stipulare un contratto a tempo "determinato per sostituzione" indicando tale causale sul sito Inps.
Motivando in questo modo l'assunzione a tempo determinato, al rapporto di lavoro verranno applicate le stesse aliquote contributive (più basse) utilizzate per il tempo indeterminato.

Di norma si applicano alla collaboratrice sostitutiva le stesse condizioni contrattuali della collaboratrice che sostituisce (orario, livello, ecc) anche se la paga può essere più bassa.

INSERIMENTO DEL RAPPORTO SOSTITUTIVO IN WEBCOLF

Per inserire in Webcolf tale rapporto di lavoro é necessario:
1- entrare nel menù Assunzione | inserimento collaboratore domestico | dati anagrafici;
2- cliccare sul pulsante "Aggiungi collaboratore" così il datore potrà inserire un nuovo collaboratore domestico per lo stesso datore di lavoro;
3- compilare le maschere relative al collaboratore domestico e al trattamento economico applicato facendo attenzione nello specifico alla maschera "Data assunzione" (come da immagine sottostante) ove si rende necessario prima inserire la data di assunzione del nuovo collaboratore, poi apporre il flag alla voce "A tempo determinato" indicando sotto la data di scadenza prefissata per tale contratto;
4- per ultima cosa poi il datore dovrebbe apporre il flag sulla motivazione della sostituzione. Ad esempio se la collaboratrice principale é assente per ferie si indicherà il flag alla voce "per sostituire lavoratori in ferie" così Webcolf potrà calcolare correttamente i contributi.


tempo determinato per sostituzione colf e badanti

 

Si può effettuare una simulazione della retribuzione da corrispondere alla collaboratrice ed anche del costo da sostenere per il datore di lavoro, grazie al nostro simulatore del costo, che puoi trovare cliccando qui!

Per quanto riguarda la procedura di assunzione il datore trova tutto spiegato qui.

COME PROCEDERE AL TERMINE DEL CONTRATTO

In caso di contratto a tempo determinato questo si risolve in modo automatico alla scadenza quindi il datore non dovrà fare alcuna comunicazione all'Inps ma solamente versare i contributi di cessazione.

Per la procedura completa di cessazione il datore può leggere qui.

Può anche capitare invece che la collaboratrice principale prolunghi la sua assenza come capita ad esempio in caso di malattia o infortunio e quindi il datore si trova ad aver bisogno della collaboratrice sostitutiva per un periodo più lungo. In tal caso il datore può prorogare il contratto a tempo determinato e quindi protrarre la scadenza.

Per prorogare un contratto a tempo determinato il datore dovrebbe:
1. comunicare all'Inps la proroga entrando nel sito Inps dal menù Assunzione | servizi al cittadino e cliccando su servizi di rapporto di lavoro domestico | variazione, indicare la proroga del contratto a tempo determinato e stampare la ricevuta;
2. elaborare una lettera con la quale comunica alla collaboratrice la proroga del contratto che si trova la lettera in Assunzione | altre lettere e modelli;
3. modificare in Webcolf al menù Assunzione | inserimento collaboratore | data assunzione, solamente la diversa data di scadenza del tempo determinato senza modificare in alcun modo la data di assunzione altrimenti si perdono tutti i cedolini elaborati precedentemente.

Per tornare al manuale clicca qui.

 

 

 

Indice articoli