Nel mese di dicembre 2019 l’Ente Italiano di Normazione, attraverso la pubblicazione della norma Uni 11766, ha introdotto la possibilità per i lavoratori domestici di comprovare le proprie competenze attraverso l'ottenimento della Certificazione di qualità.

Certificazione di qualità colf badanti 2020

Tale certificazione permette agli assistenti familiari di trovare lavoro con più facilità, oltre a ricevere una retribuzione più alta rispetto ai colleghi privi di tale documento.

Attraverso la certificazione, inoltre, i datori di lavoro avranno modo di valutare se il candidato possiede le competenze necessarie allo svolgimento delle mansioni richieste.

Per il momento, l’ottenimento della certificazione è completamente volontario. Per ottenerla, sono previsti 3 pre-requisiti:

1) aver lavorato regolarmente per almeno 12 mesi, anche non continuativi, nel triennio precedente nel settore del lavoro domestico;
2) avere una conoscenza di base della lingua italiana;
3) aver partecipato ad un corso di formazione (di almeno 40 ore per le colf e 64 ore per baby-sitter e badanti).

I corsi di formazione saranno disponibili dopo l’accreditamento degli enti, che potranno sia erogare i corsi, sia valutare le competenze con gli appositi esami, e fisicamente attribuire la cerificazione agli assistenti familiari.

 

 

 

CERTIFICAZIONE DI QUALITA' COLF BADANTI 2020: L'INDENNITA' IN BUSTA PAGA

La certificazione di qualità colf badanti 2020 permette ai lavoratori di ricevere un'indennità mensile pari a euro 8,00 per gli assistenti familiari inquadrati al livello B, e di euro 10,00 per gli assistenti familiari inquadrati ai livelli BS, CS e DS.

La certificazione di qualità non permette di riceve l'indennità se il lavoratore è inquadrato ai livelli A e C.

Per il livello DS, invece, in caso di lavoratore convivente, l'indennità dovuta alla certificazione viene assorbita dall'indennità di funzione, già precedentemente prevista per questo tipo di inquadramento.

Data l'attuale impossibilità a frequentare i corsi e quindi ad ottenere questa ceritificazione, l'indennità verrà applicata ai contratti da ottobre 2021.