Assenza della badante e sospensione dei contributi INPS

Assenza della badante e sospensione dei contributi INPS

Con il messaggio n. 1643 del 14/04/2016, l'Inps ha indicato come bisogna procedere in caso di assenza della badante e sospensione dei contributi INPS per un intero trimestre.

La comunicazione di assenza della badante e sospensione dei contributi INPS va eseguita nei casi sotto descritti.

1. Qualora la contribuzione non sia dovuta perchè riferita ad una causa di sospensione a titolo di:

- congedo di maternità;

- aspettativa per motivi personali;

- malattia o infortunio di durata superiore a quella riconosciuta come retribuita.

2. Solo per i trimestri per i quali non è dovuto alcun contributo a qualsiasi titolo e non per i trimestri parzialmente coperti da contribuzione. Se la collaboratrice rimane assente per un periodo che non coincide con un trimestre intero l'Inps indica che non é necessaria alcuna comunicazione in quanto la sospensione che ricada all’interno di trimestri parzialmente coperti da contribuzione è insita nella causale di pagamento e corrisponde alle settimane non indicate come lavorate nel mav Inps modificato. Spieghiamo come modificare il mav al link https://www.webcolf.com/notizie-utili-topmenu-20/13-manuale-webcolf/469-mav-colf-badanti-online-inps.html

3. Per i trimestri dell'anno in corso non ancora scaduti o, se scaduti, entro la fine del mese di scadenza del pagamento (ad esempio per sospendere i contributi del 1° trimestre 2021 si ha tempo fino al 30 aprile). Per i periodi già scaduti, non è possibile utilizzare la comunicazione telematica ma è necessario:

  • fare richiesta all'Inps tramite il call center;
  • attendere l'avviso bonario dlel'Inps con quale si intima al datore il pagamneto dei contributi. In tal caso il datore dovrà indicare alla sede Inps competente che non ci sono contributi da pagare compilando il relativo modulo inviato al datore insieme all'avviso bonario.

 

ASSENZA DELLA BADANTE E SOSPENSIONE DEI CONTRIBUTI INPS: MODALITÀ DI COMUNICAZIONE DI SOSPENSIONE

Se si rientra nei termini entro i quali poter comunicare la sospensione si può procedere in due modi:

  • se si é in possesso dello SPID datore, una volta entrati in Webcolf nella maschera Assunzione | comunicazioni INPS servizi al cittadino (o alle aziende), inserito il codice fiscale e lo SPID, si dovrebbe cliccare la sezione rapporto di lavoro domestico e cliccare sulla sinistra l'opzione "Sospensione obbligo contributivo".

Una volta aggiunta una nuova comunicazione sarà necessario indicare:

1. il trimestre di riferimento;

2. la motivazione della sospensione da selezionare fra le tre possibili opzioni indicate precedentemente. Per malattia o infortunio è possibile indicare il numero di certificato medico.

3. Si può, inoltre, allegare alla domanda uno o più documenti (formato jpg, jpeg, tiff o pdf) purchè la dimensione massima non sia superiore a 2 Mb.

Ricordiamo che in Webcolf, nell'inserimento mensile, i periodi di sospensione devono essere così indicati:

a) per assenza non retribuita, inserire sigla AD per tutti i giorni consecutivi, festivi compresi. Se AD è segnata per più di metà mese non maturano i ratei di tfr, ferie e 13esima.

b) Per malattia inserire M per tutti i giorni del certificato, consecutivi, compresi i festivi.

c) Per infortunio inserire per il giorno dell'incidente tutte le ore come lavorate, per i giorni successivi la sigla I anche per i festivi.

d) Per maternità anticipata o obbligatoria inserire MO per tutti i giorni consecutivi, anche festivi.

idea approfondimento colf badanti

Se l'utente ha fatto erroneamente la sospensione, o vi ha provveduto perchè non sapeva quando tornava la collaboratrice dall'aspettativa o la maternità, si può annullare la sospensione semplicemente pagando i contributi di quel trimestre.

 

  • Se il datore non é in possesso dello SPID, si può delegare a Webcolf la comunicazione di sospensione contributiva.

idea approfondimento colf badanti L'utente Webcolf abbonato, che ha già sottoscritto un abbonamento personale o professionale, può delegare a Webcolf-Assindatcolf ogni comunicazione Inps di assunzione, variazione o cessazione e anche di sospensione contributiva al prezzo di 40 € annuali. Tale importo si intende per singolo datore di lavoro, per un anno solare, ossia dal 1° gennaio al 31 dicembre, a prescindere dal numero di comunicazioni effettuate in tale lasso di tempo.

La sospensione si effettua entrando nel menù Assunzione | Comunicazioni Inps - Partnership Webcolf Assindatcolf, ove sarà necessario prima di tutto selezionare sulla sinistra il datore di lavoro e poi cliccare sul pulsante in basso "Abbonamento online" per effettuare il pagamento dei 40 €. Il programma riporta in rosso la maschera di abbonamento se non si é ancora effettuato il pagamento e in verde invece se si può procedere.

In seguito é necessario cliccare a destra su "Tipo comunicazione" e scegliere "Sospensione". All’utente chiediamo poi di scaricare il modulo di autodichiarazione che riporta in modo automatico i dati del rapporto di lavoro, la domanda di associazione ad Assindatcolf e la delega per poter operare in Inps. Il modulo va stampato, firmato dal datore e caricato unitamente agli altri documenti necessari per la comunicazione (carta d'identità, codice fiscale ed eventuale permesso di soggiorno di datore e collaboratore).

Infine é necessario memorizzare in basso la pratica e cliccare su invia.

 sospensione contributi colf badanti delega Webcolf