Pagare i contributi in caso di licenziamento o dimissioni di colf e badanti

[AGGIORNAMENTO: dal 2020, come stabilito dall'Inps, il versamento dei contributi avviene mediante avviso di pagamento pagoPA, in sostituzione del precedente bollettino Mav. PagoPA è un sistema di pagamento elettronico realizzato per uniformare tutti i pagamenti verso la pubblica amministrazione.

I datori di lavoro possono quindi effettuare il pagamento dei contributi:

  • online, tramite il portale dei pagamenti;
  • con avviso di pagamento pagoPA, presso i canali dei Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) aderenti:
  • agenzie della banca;
  • uffici postali;
  • home banking dei PSP;
  • sportelli ATM abilitati delle banche;
  • punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5 (tabaccherie);
  • con avviso di pagamento pagoPA, presso i canali dei PSP che non hanno aderito direttamente alla convenzione pagoPA, tramite il circuito CBILL, utilizzando il codice interbancario AAQV6 assegnato a INPS.]

Pagare i contributi in caso di licenziamento o dimissioni di colf e badanti

A partire da Maggio 2013 l'Inps richiede, in caso di cessazione, il pagamento dei contributi anche sulle ore di ferie non godute e sulle ore di mancato preavviso che a tale scopo vengono conteggiate oltre la data di cessazione.

Per questo motivo spesso si nota che nonostante la data di cessazione sia fissata ad esempio per il 30/09 i contributi possono essere conteggiati per altre due o tre settimane. Infatti quando si entra nel menù Cedolini | Contributi: elaborazione mav in Inps online la prima cosa che viene richiesta sul sito Inps a destra sono le “Settimane di preavviso/ferie”. Tale dicitura quindi non si riferisce, come potrebbe sembrare, alle settimane di preavviso lavorato dalla collaboratrice ma si riferisce alle ore di ferie non godute e di mancato preavviso pagate nell’ultimo cedolino e su cui è necessario versare i contributi. Quindi se nell’ultima busta paga non ci sono ferie non godute e non ci sono pagamenti di indennità sostitutiva del preavviso, poiché non lavorato, non ci saranno settimane contributive oltre la data di cessazione.

 Webcolf ha implementato nel programma tale funzione in automatico infatti:

- indicando la data di licenziamento/dimissioni nell'inserimento mensile dell'ultimo cedolino, oltre ad essere calcolate in automatico le ferie non godute, il programma conteggia le ore corrispondenti e le aggiunge alle ore contributive del trimestre. Ciò incide quindi anche sulle trattenute a carico collaboratore (se previste) e sul conteggio della Cas.sa colf;

- nel caso di licenziamento senza preavviso, per pagare l'indennità sostitutiva di mancato preavviso, nell'inserimento mensile dell'ultimo cedolino, selezionando in una delle tre righe la voce "ind. sost. preavviso (giorni)" e indicando i giorni di mancato preavviso, il programma, oltre a calcolare la retribuzione, aggiunge le ore corrispondenti a quelle contributive. Anche in questo caso tale calcolo incide sulle trattenute a carico collaboratore (se previste) e sul conteggio della Cas.sa colf.In base a questo, entrando poi nel menù Cedolini | elaborazioni mav in Inps online, Webcolf dispone nella parte sinistra della maschera tutti i dati per la modifica del'avviso, indicando all’ultima riga le settimane di preavviso/ferie da indicare a destra sul sito Inps e che vengono inoltre visualizzate con la sigla P accanto al numero della settimana sia sui dati Webcolf a sinistra che il sito Inps a destra. Le ore totali contributive sono già comprese di quelle del preavviso pagato e delle ferie non godute.

Quindi l'utente per pagare i contributi in caso di licenziamento o dimissioni di colf e badanti dovrebbe seguire questa procedura:

- dopo aver aggiornato e resi definitivi tutti i cedolini fino alla data di cessazione deve entrare nel menù Cedolini | Contributi: elaborazione mav in Inps online;

- selezionare il trimestre a sinistra, entrare a destra sul sito dell'Inps indicando il codice fiscale del datore di lavoro e il codice del rapporto di lavoro (che Webcolf propone in alto) oppure, se poi si pagheranno i contributi direttamente online, entrare invece in Inps cliccando in alto il pulsante "clicca qui". In quest'ultimo caso si apre una seconda finestra del browser che porta al sito Inps quindi l'utente lavora su due maschere, come avviene in caso di assunzione. Se non si visualizza la finestra aggiuntiva il motivo è dovuto al fatto che si hanno i pop-up del browser bloccati quindi é necessario sbloccarli in alto o cambiare browser.

 

mav licenziamento cessazione colf badante pagopa

 

- nella pagina dell'Inps viene indicata la data di cessazione, come nella figura sotto, essendo stata effettuata la comunicazione all'Inps di cessazione viene già proposta in automatico.

Ricordiamo che per fare l'avviso di pagamento dei contributi di cessazione è necessario prima aver comunicato all’Inps la cessazione del rapporto domestico.

Se non viene visualizzata la data di cessazione a sinistra in Webcolf significa che dev’essere elaborato anche l'avviso di pagamento dei contributi del trimestre successivo a causa di alcune settimane di preavviso/ferie.

 

Pagare i contributi in caso di licenziamento o dimissioni di colf e badanti

 

- Dopo aver cliccato avanti l'Inps richiede il numero di settimane di preavviso e di ferie non godute, che Webcolf indica nell'ultima riga a sinistra, come evidenziato nella figura sotto in rosso. Precisiamo che il programma webcolf indica con la sigla P solo le settimane in cui le ore sono tutte di preavviso o di ferie non godute, mentre, per la settimana in cui la collaboratrice ha lavorato anche solo per 1 ora non viene indicata la sigla P.

 

mav licenziamento cessazione colf badante settim preavviso ferie

 

- Si clicca poi avanti e nella maschera successiva si clicca su “Visualizza Modifica”.

 

busta paga badante mav modifica

 

- In seguito si copiano a destra sul sito Inps i dati indicati da Webcolf a sinistra. Si tratta delle ore retribuite, della paga oraria effettiva calcolata in automatico dal programma (paga oraria totale + 8,33% di quota di 13esima e in caso di convivenza va aggiunta anche la quota vitto e alloggio oraria), il codice organizzazione per il pagamento dei contributi assistenziali e cioè F2 per la Cas.sa Colf e il relativo importo.

 

mav licenziamento cessazione colf badante modifica elementi cessazione

- Poi si seleziona “Avanti” e infine “Conferma modifica”.

Se si desidera stampare l'avviso di pagamento dei contributi per pagarlo presso l’ufficio postale o la propria Banca, si rende necessario cliccare sul simbolo del Pdf “Stampa MAV” come da immagine sottostante.

mav licenziamento cessazione colf badante cessazione stampa

 

Nel caso invece si voglia effettuare il pagamento direttamente online basta cliccare sull’icona “Paga immediato PagoPA”, poi in basso su “Continua”.

 

mav licenziamento cessazione colf badante pago pa

 

Alla maschera successiva l’utente dovrà selezionare in basso la dicitura “Conferma e paga online” poi cliccare ok sull'avviso seguente.

 mav licenziamento cessazione colf badante pagopa1

 

mav licenziamento cessazione colf badante pagamento mav

[AGGIORNAMENTO: dal 2020, come stabilito dall'Inps, il versamento dei contributi avviene mediante avviso di pagamento pagoPA, in sostituzione del precedente bollettino Mav. PagoPA è un sistema di pagamento elettronico realizzato per uniformare tutti i pagamenti verso la pubblica amministrazione.

I datori di lavoro possono quindi effettuare il pagamento dei contributi:

  • online, tramite il portale dei pagamenti;
  • con avviso di pagamento pagoPA, presso i canali dei Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) aderenti:
  • agenzie della banca;
  • uffici postali;
  • home banking dei PSP;
  • sportelli ATM abilitati delle banche;
  • punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5 (tabaccherie);
  • con avviso di pagamento pagoPA, presso i canali dei PSP che non hanno aderito direttamente alla convenzione pagoPA, tramite il circuito CBILL, utilizzando il codice interbancario AAQV6 assegnato a INPS.]

 

In seguito viene visualizzata la maschera sottostante e per procedere é necessario scegliere con che modalità si desidera entrare sul sistema di pagamento della pubblica amministrazione, se con SPID o con la propria mail.

mav licenziamento cessazione colf badante pagopa contributi

 

Se si sceglie di proseguire con le credenziali SPID poi é necessario scegliere il provider e si procederà al pagamento.

mav licenziamento cessazione colf badante pagopa spid

 

Se invece si entra con la propria mail invece si sceglie la modalità di pagamento, se con carta di credito, direttamente dal conto corrente o altri metodi.

                                                           

 mav licenziamento cessazione colf badante pagopa email

 

 

 

Va sempre controllato poi che nella maschera Webcolf non vi siano due avvisi da compilare (nel caso saranno attive le due linguette come nell’immagine sotto riportata). In tal caso il programma dà anche un avviso all’utente in rosso come vediamo dalla foto.

 

 

mav licenziamento cessazione colf badante linguette
 

Nel caso di elaborazione di due avvisi di pagamento si dovrà rientrare a destra nel sito Inps oppure una volta stampato il primo bollettino cliccare su “Indietro” e poi su “Altro bollettino”, controllare sempre che si tratti del trimestre in corso e poi si può procede con la modifica dei dati sulla destra seguendo la stessa procedura spiegata prima. E’ quindi corretto che, in alcuni casi, gli avvuis da pagare per uno stesso trimestre siano due. E' stata prevista infatti dall'Inps un'aliquota diversa per le settimane in cui sono presenti un numero di ore contributive oltre le 24 (applicando un'aliquota fissa) e le settimane fino alle 24 ore contributive (applicando un'aliquota variabile che dipende dalla fascia in cui ricade la retribuzione effettiva oraria).

 

busta paga colf altro bolettino

N.B.: cosa succede se le ferie non godute o il mancato si prolungano nel trimestre successivo?

Quando il datore indica a destra nel sito Inps le settimane di preavviso ferie, se si ricade nel trimestre successivo, l'Inps propone in automatico due righe, ciascuna con un avviso distinto. In tal caso il programma indica con un avviso in alto che ci sono due trimestri da elaborare.

mav licenziamento cessazione colf badante due trimestri

 

In tal caso è necessario:

- posizionarsi sulla maschera di Webcolf a sinistra sul trimestre attuale;

- entrare a destra sul sito Inps con c.f. e codice rapporto e indicare le settimane di preavviso/ferie (come indicato da Webcolf a sinistra);     

 

mav licenziamento cessazione colf badante settim preavviso ferie

 

- a destra sul sito Inps selezionare il trimestre corrente quando viene richiesto dall’Inps il trimestre che si desidera elaborare;

- verranno così proposti dal sito Inps a destra due righe diverse per due trimestri diversi, quello attuale e quello successivo;

 - cliccare a destra l’icona “visualizza/modifica” relativa al trimestre attuale e copiare i dati di sinistra sul sito Inps a destra controllando se ci sono due avvisi di pagamento per lo stesso trimestre (più o meno 24 ore come in figura). In tal caso stampato un avviso di pagamento si clicca "Indietro" e poi "Altro bollettino" (sempre del trimestre attuale) e si fa il secondo avviso.

 

 

mav licenziamento cessazione colf badante due trimestri linguette
 

- Finito di stampare l'avviso di pagamento dei contributi relativi al trimestre in corso si dovrà rifare la procedura per l'avviso di pagamento dei contributi del trimestre successivo e quindi a sinistra, nella parte di Webcolf, va selezionato il trimestre successivo e a destra si rientra nel sito Inps, si indicano nuovamente le settimane di preavviso/ferie e ancora il trimestre attuale quando viene richiesto il trimestre che si desidera elaborare, altrimenti il sito Inps si blocca.

-  Come nel caso precedente vengono proposte due righe a destra, una per il trimestre in corso e una per il trimestre successivo. Questa volta va selezionato l'avviso di pagamento dei contributi della seconda riga ovvero quello del trimestre successivo a quello attuale.

 

  

mav licenziamento cessazione colf badante 2 trimestri

 

 

- Modificare quindi l'avviso di pagamento dei contributi Inps con i dati di Webcolf di sinistra.

- Controllare se ci sono due avvisi di pagamento sulla sinistra (per più o meno 24 ore) anche per tale trimestre.

N.B.: c’è inoltre da precisare che, nel sito Inps, le settimane massime P che si possono indicare dopo la data di cessazione sono 9 e quindi anche Webcolf indica questo numero massimo di settimane.

Nel caso il datore non volesse pagare i contributi per le settimane di mancato preavviso oppure di ferie non godute dovrebbe, (questo potrebbe tuttavia generare del contenzioso) prima di elaborare l'ultimo cedolino, inserire il flag alla voce "Non pagare contributi su ferie non godute e mancato preavviso" che si trova nel menù Assunzione | inserimento collaboratore domestico | trattamento economico | impostazioni economiche avanzate.

 

Scaricamento manuale

Scarica il manuale in formato pdf cliccando su questo link

Scarica il manuale in pdf

Indice

Introduzione

1. Dati datore
   1.1. Cancella o nascondi datore
   1.2. Aggiungi nuovo datore

2. Dati colf o badante
   2.1. Dati anagrafici
   2.2  Dati anagrafici 2
   2.3. Data assunzione
   2.4. Inquadramento
   2.5. Orario, scatti, ferie
     2.5.1. Orario settimanale
     2.5.2. Orario sempre variabile
     2.5.3. Scatti di anzianità
     2.5.4. Periodo di prova
     2.5.5. Festività
     2.5.6. Ferie

3. Come impostare la paga
   3.1. Trattamento economico
     3.1.1. Paga lorda o netta?
   3.2. Includi tfr, ferie e 13^
   3.3. Formazione della paga
   3.4. Impostazioni paga avanzate

4. Gestisci colf già assunte
   4.1. Procedura per i meno esperti
   4.2. Procedura per i più esperti

5. Assunzione
   5.1. Lettera di assunzione
   5.2. Comunicazione inps
     5.2.1. Delega
     5.2.2. Codice pin inps
     5.2.3. Modalità comunicazione inps
     5.2.4. Consigli comunicazioni inps
     5.2.5. Differenza pin-codice rapporto
   5.3. Cessione fabbricato/ospitalità
   5.4 Informativa sicurezza
   5.5 Sostituzione collaboratore assente

6. Come fare la busta paga
   6.1 Calendario presenze mensili
     6.1.1. Codici utilizzabili inserimento
     6.1.2. Causali particolari
     6.1.3. Esempi inserimento presenze
   6.2. Calcola busta paga
     6.2.1. Malattia
     6.2.2. Assenza/sospensione
     6.2.3. Maternità
     6.2.4. Infortunio
   6.3. Consigli controllo busta paga
   6.4. Capire la busta paga
   6.5. Cedolino scaricabile dalla colf
     6.5.1. Accesso della colf al sito
   6.6. App Webcolf mobile (solo studi)
     6.6.1. Credenziali per il cliente
     6.6.2. Download e invio presenze
     6.6.3. Verifica inserimento app.
     6.6.4. Invio busta paga app.
     6.6.5. Ricezione busta paga app.

7. Variazioni del contratto

8. Licenziamento con preavviso

9. Licenziamento senza preavviso

10. Dimissioni senza preavviso

11. Dimissioni con preavviso

12. Cessazione tempo determinato

13. Cessazione decesso datore

14. Licenziamento disciplinare

15. Risoluzione consensuale colf e badanti

16. Anticipo tfr

17. Tredicesima
   17.1 Busta paga tredicesima

18. Stampe per la denuncia dei redditi
   18.1. Cu (ex cud) colf
   18.2. Contributi deducibili datore
   18.3. Spese detraibili badante Cs/Ds

19. Mav contributi
   19.1. Richiesta massiva mav (studi)
   19.2. Come fare mav online
   19.3. Mav cessazione
   19.4. Contributi Cas.sa colf

20. Copie archivio Webcolf

21. Capire il costo di colf e badanti

22. Verifica la paga di colf e badanti nel caso di vertenza

23. Gestione profilo webcolf


Appendice
Contratto colf e badanti 2017