Anticipo tfr per colf e badanti

La legge di stabilità 2015 esclude espressamente i collaboratori domestici dalla possibilità di farsi liquidare mensilmente il TFR.

Rimane quindi in vigore la normativa contrattuale per cui colf e badanti possono richiedere un anticipo del TFR massimo una volta l’anno, anche per il 100% del maturato.

Il Ccnl prevede la possibilità di liquidare massimo una volta l’anno il tfr fino al 70% del maturato ma liquidare il 100% del TFR viene considerato un trattamento di miglior favore per il collaboratore infatti e ci risulta vi siano mai state contestazioni in merito con nuova ulteriore richiesta di pagamento del tfr anche alla fine del rapporto.

Per l’anticipo del 100% del tfr maturato si dovrà entrare nella maschera Cedolini e fasi mensili | inserimento mensile e selezionare da una delle tre righe in basso con menù a tendina la voce "Liquidaz. TFR maturato" se si intende liquidare tutto il TFR fino ad allora maturato. Poi  è necessario cliccare su calcola e ricalcola.

busta paga colf liquida tfr maturato inserimento.JPG

Nel caso in cui invece, si voglia dare solo un acconto, si dovrebbe selezionare sempre nello stesso menù la voce "Anticipo su TFR" (al posto di “Liquidaz. Tfr maturato”) indicando a fianco in questo caso, la cifra dell'acconto che si desidera erogare.

busta paga colf anticipo tfr inserimento mensile.JPG

 

Nel caso di anticipo, la quota di TFR restante (così come il resoconto degli acconti) si può trovare nel menù Licenziamento | Stampa trattamento di fine rapporto oltre ad essere esposta nella busta paga del mese interessato come somma degli importi indicati nelle caselle “Tfr anno precedente” e “Tfr anno corrente”.

N.B.: c'è da precisare però che quando si liquida tutto il TFR maturato, viene calcolata anche la rivalutazione calcola in base al tasso del mese in elaborazione e che verrà aggiunta al TFR liquidato. Diversamente, se si corrisponde solo un acconto, la rivalutazione viene calcolata ma non liquidata e quindi viene aggiunta al TFR residuo ancora da liquidare.

Utilizzando queste procedure il programma tiene conto degli importi anticipati e al momento del calcolo del cedolino di cessazione corrisponde solamente il TFR residuo. Si consiglia sempre di farsi firmare una lettera di richiesta in caso di anticipo del TFR che si può stampare dal menù Assunzione | Altre lettere e modelli | Richiesta acconto del tfr.

 

busta paga colf lettera anticipo tfr.JPG

 

Poi, al momento della liquidazione dell'acconto si consiglia al datore di lavoro, di farsi firmare il cedolino dalla collaboratrice aggiungendo la seguente frase scritta a mano: “Confermo di ricevere la somma di euro_______ come anticipo del trattamento di fine rapporto”.

N.B.: si ricorda che, nel caso di anticipo del TFR, il trattamento fiscale di tale importo sarà a tassazione separata e quindi l’importo sarà riportato alla voce “Tfr corrisposto”, mentre se il TFR viene pagato mensilmente, per progetto, considerato che non è previsto per legge, il TFR verrà inserito tra le spettanze dell’anno, somma che quindi verrà sottoposta a tassazione ordinaria.

 

Scaricamento manuale

Scarica il manuale in formato pdf cliccando su questo link

Scarica il manuale in pdf

Indice

Introduzione

1. Dati datore
   1.1. Cancella o nascondi datore
   1.2. Aggiungi nuovo datore

2. Dati colf o badante
   2.1. Dati anagrafici
   2.2. Residenza
   2.3. Data assunzione
   2.4. Inquadramento
   2.5. Orario, scatti, ferie
     2.5.1. Orario settimanale
     2.5.2. Orario sempre variabile
     2.5.3. Scatti di anzianità
     2.5.4. Periodo di prova
     2.5.5. Festività
     2.5.6. Ferie

3. Come impostare la paga
   3.1. Trattamento economico
     3.1.1. Paga lorda o netta?
   3.2. Includi tfr, ferie e 13^
   3.3. Formazione della paga
   3.4. Impostazioni paga avanzate

4. Gestisci colf già assunte
   4.1. Procedura per i meno esperti
   4.2. Procedura per i più esperti

5. Assunzione
   5.1. Lettera di assunzione
   5.2. Comunicazione inps
     5.2.1. Delega
     5.2.2. Codice pin inps
     5.2.3. Modalità comunicazione inps
     5.2.4. Consigli comunicazioni inps
     5.2.5. Differenza pin-codice rapporto
   5.3. Cessione fabbricato/ospitalità
   5.4 Informativa sicurezza
   5.5 Sostituzione collaboratore assente

6. Come fare la busta paga
   6.1 Calendario presenze mensili
     6.1.1. Codici utilizzabili inserimento
     6.1.2. Causali particolari
     6.1.3. Esempi inserimento presenze
   6.2. Calcola busta paga
     6.2.1. Malattia
     6.2.2. Assenza/sospensione
     6.2.3. Maternità
     6.2.4. Infortunio
   6.3. Consigli controllo busta paga
   6.4. Capire la busta paga
   6.5. Cedolino scaricabile dalla colf
     6.5.1. Accesso della colf al sito
   6.6. App Webcolf mobile (solo studi)
     6.6.1. Credenziali per il cliente
     6.6.2. Download e invio presenze
     6.6.3. Verifica inserimento app.
     6.6.4. Invio busta paga app.
     6.6.5. Ricezione busta paga app.

7. Variazioni del contratto

8. Licenziamento con preavviso

9. Licenziamento senza preavviso

10. Dimissioni senza preavviso

11. Dimissioni con preavviso

12. Cessazione tempo determinato

13. Cessazione decesso datore

14. Licenziamento disciplinare

15. Anticipo tfr

16. Tredicesima
   16.1 Busta paga tredicesima

17. Stampe per la denuncia dei redditi
   17.1. Cu (ex cud) colf
   17.2. Contributi deducibili datore
   17.3. Spese detraibili badante Cs/Ds

18. Mav contributi
   18.1. Richiesta massiva mav (studi)
   18.2. Come fare mav online
   18.3. Mav cessazione
   18.4. Contributi Cas.sa colf

19. Copie archivio Webcolf

20. Capire il costo di colf e badanti


Appendice
Contratto colf e badanti 2017