Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Lavoro aggiuntivo per badante assunta con prestazioni di sola presenza notturna

Lavoro aggiuntivo per badante assunta con prestazioni di sola presenza notturna 1 Anno 10 Mesi fa #7424

  • rosono
  • Avatar di rosono Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 1
Buongiorno

Vorrei sapere se posso gestire correttamente una situazione e come gestire con WebColf (2 domande):

- per mio suocero vorrei assumere una badante per prestazioni di sola assistenza notturna, dalle 21 alle 8.
- però dalle 20 alle 21 la badante dovrebbe preparare mio suocero per la notte: messa a letto e igiene.
Si può fare ? E se si come gestire in WebColf ? Ho provato ad aggiungere 1 ora (alle 5 previste) nella maschera oraria, ma poi il calcolo della retribuzione (a meno dei contributi) non cambia.

- come si può gestire il lavoro a ore di una badante la domenica, come fatto regolare e non accidentale ? Si direbbe sia impossibile !

Grazie !!

Lavoro aggiuntivo per badante assunta con prestazioni di sola presenza notturna 1 Anno 10 Mesi fa #7426

  • FrancescoPierobon
  • Avatar di FrancescoPierobon
  • Offline
  • Messaggi: 715
Buongiorno,

rispondo di seguito alle sue domande:
1) quando il datore, o assistito, é persona non autosufficiente spesso si ha necessità di una persona che resti in casa durante la notte.
In tal caso é necessario assumere un collaboratore con gli appositi contratti notturni di presenza o assistenza, disciplinati dal Ccnl.

Le opzioni sono due:

- l'assistito ha bisogno di cure continue e quindi la badante deve rimanere sveglia tutta la notte. In tal caso, qualora la collocazione temporale della prestazione sia ricompresa tra le ore 20.00 e le ore 8.00, può applicarsi il contratto di c.d. "assistenza notturna" con livello solitamente CS o DS (il livello DS se la badante é formata professionalmente);
- il datore di lavoro non ha bisogno di assistenza continua e la badante, che dorme in una stanza separata, presta assistenza raramente durante la notte. In tal caso é necessario stipulare un contratto di "presenza notturna" che ha fascia oraria dalle 21.00 e le ore 8.00, con un fisso mensile sempre uguale a prescindere dal livello.

Il fatto di fare assistenza continua o meno distingue i casi in cui si può parlare di presenza o assistenza notturna. Per entrambi i contratti, l'orario é di 54 ore settimanali, dato che il collaboratore dev'essere convivente e quindi di prassi si indicano 9 ore di lavoro dal lunedì al sabato.
Se nel suo caso si tratta effettivamente di assistenza notturna le mansioni di cui mi parlava sono comprese e con la fascia oraria ci siamo.
Se si tratta di presenza notturna, dato che resta scoperta l'ora dalle 20.00 alle 21.00, può indicare l'ora in più di lavoro come straordinario diurno quindi al posto delle 9 ore che il programma le indicherà in automatico, dovrebbe indicare 10 ore. In tal modo il programma calcola 9 ore ordinarie e 1 come straordinaio al 25% previsto per le ore diurne.

2) Se il datore/assisito ha alle sue dipendenze una collaboratrice full-time (54 per conviventi e 40 per non conviventi) assunta con livello CS o DS é possibile assumere anche una collaboratrice sostitutiva (sempre CS o DS) per i riposi del collaboratore full-time.
In merito a ciò trova tutto spiegato al link www.webcolf.com/risorse/notizie-su-lavoro-domestico-e-badanti/articoli-per-argomenti/526-come-sostituire-la-badante-durante-i-riposi.html

Le confermo che può gestire tutte queste tipologie contrattuali con il nostro programma.

Cordiali saluti.
Tempo creazione pagina: 0.203 secondi
Powered by Forum Kunena