Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Dimissioni o licenziamento?

Dimissioni o licenziamento? 4 Anni 2 Mesi fa #6684

  • balimed
  • Avatar di balimed Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 1
Premesso che è in essere un contratto colf dal 2001 per prestazioni di 8 ore settimanali, 4 ore il martedì e 4 il venerdì dalle 8,30 alle 12,30,
premesso altresì che la lavoratrice recentemente ha assunto un altro lavoro che le impedisce di rispettare gli accordi contrattuali, con riduzione e spostamento del numero delle ore dalle 10,30 alle 13,30, non accettabili da parte del datore di lavoro,
si chiede come deve comportarsi il datore di lavoro: chiedere le dimissioni o licenziare e quali sono gli atti propedeutici per evitare di incorrere in errori.
Grazie

Dimissioni o licenziamento? 4 Anni 2 Mesi fa #6685

  • FrancescoPierobon
  • Avatar di FrancescoPierobon
  • Offline
  • Messaggi: 715
Buongiorno,

il licenziamento, nel lavoro domestico, non è subordinato ad un giusitficato motivo o a una giusta causa.
Anche in loro assenza, infatti, il datore di lavoro può comunicare l'interruzione del rapporto di lavoro che non deve essere motivata nella lettera di licenziamento. Se quindi il rapporto è stato gestito correttamente, procedere a licenziamento o chiedere le dimissioni ha sostanzialmente gli stessi effetti per il datore di lavoro.

Il lavoratore, in caso di licenziamento, se ricorrono determinati requisti, ha comunque diritto alla disoccupazione.

Relativamente alla situazione, direi che potrebbe confrontarsi con il suo collaboratore, trovando una soluzione che possa essere il più possibile conciliativa.

Cordiali saluti.
Tempo creazione pagina: 0.198 secondi
Powered by Forum Kunena