Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Obbligo di dare la busta paga al lavoratore

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore 5 Anni 2 Mesi fa #6296

  • enzoazz2
  • Avatar di enzoazz2 Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 5
Buongiorno, probabilmente la mia domanda sarà già stata fatta nel forum, ma non sono stai in grado di trovarla.
Quindi , scusandomi per una eventuale ripetizione, ecco il mio quesito.
Mia madre ha una colf regolarmente segnata per 18 ore/settimana all'INPS, a cui però non ha mai fornito la busta paga a fine mese.
Sbaglia? Cioè il datore di lavoro è obbligato a fornire la busta paga a fine mese? E se non lo fosse qualora il lavoratore lo richiedesse è suo diritto riceverla?
Grazie

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore 5 Anni 2 Mesi fa #6299

  • FrancescoPierobon
  • Avatar di FrancescoPierobon
  • Offline
  • Messaggi: 702
Buongiorno,

è la legge 4 / 1953 all'articolo 4, esonera espressamente i datori di lavoro privati dalla consegna della busta paga mensile.
L'obbligo tuttavia è previsto dal CCNL lavoratori domestici, che all'art. 33 prevede:
"Art. 33 (Retribuzione e prospetto paga)
1. Il datore di lavoro, contestualmente alla corresponsione periodica della retribuzione, deve predisporre un prospetto paga in duplice copia, una per il lavoratore, firmata dal datore di lavoro, e l'altra per il datore di lavoro, firmata dal lavoratore.
2. La retribuzione del lavoratore è composta dalle seguenti voci:
a) retribuzione minima contrattuale di cui all'art. 34, comprensiva per i livelli D e D super di uno specifico elemento denominata indennità di funzione;
b) eventuali scatti di anzianità di cui all'art. 36;
c) eventuale compenso sostitutivo di vitto e alloggio;
d) eventuale superminimo.
3. Nel prospetto paga dovrà risultare se l'eventuale trattamento retributivo di cui alla lettera d) del comma 2 sia una condizione di miglior favore 'ad personam' non assorbibile; dovranno altresì risultare, oltre alle voci di cui al comma 2, i compensi per le ore straordinarie prestate e per festività nonché le trattenute per oneri previdenziali.
4. Il datore di lavoro è tenuto a rilasciare un'attestazione dalla quale risulti l'ammontare complessivo delle somme erogate nell'anno; l'attestazione deve essere rilasciata almeno 30 giorni prima della scadenza dei termini di presentazione della dichiarazione dei redditi, ovvero in occasione della cessazione del rapporto di lavoro."

Rilasciare la busta paga, inoltre, semplifica molto la verifica della corretta gestione in caso di vertenze sindacali sia nel corso che alla fine del rapporto in quanto il datore di lavoro ha modo, in maniera molto più agevole, di dimostrare l'osservanza delle disposizioni contrattuali e dei minimi di retribuzione.

Spero di essere stato d'aiuto.

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore 5 Anni 2 Mesi fa #6301

  • Anonymous
  • Avatar di Anonymous
La ringrazio per la dettagliata risposta, ma a questo punto mi viene spontaneo e immediato chiederle:
In caso di contenzioso un giudice a cosa darebbe maggior peso? Alla legge che "esonera" o al CCNL che "obbliga"?
Grazie.

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore 5 Anni 2 Mesi fa #6302

  • Anonymous
  • Avatar di Anonymous
Scusate se m'inserisco anche io nella discussione, ma ho un problema simile: Io ho sempre fatto firmare alla lavoratrice una ricevuta, senza però rilasciarne mai copia a lei, in cui si dice semplicemente che "riceve il compenso corrispondente al numero di ore lavorate nel mese, come pattuito nel contratto del..... e successive modificazioni" e che non ha nulla a pretendere riguardo al compenso del mese. L'importo non è mai specificato, ho però rilasciato il certificato di retribuzione annuale in cui ovviamente compare il compenso dell'intero anno. Ora mi chiedo se ho sbagliato e se questo mio errore possa nuocermi. Grazie

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore 5 Anni 2 Mesi fa #6308

  • FrancescoPierobon
  • Avatar di FrancescoPierobon
  • Offline
  • Messaggi: 702
La dichiarazione di non avere nulla a pretendere non ha alcuna reale validità se la collaboratrice domestica dimostra di avere lavorato un numero di ore che corrispondono ad un compenso che le tabelle del contratto collettivo portano ad un compenso superiore.

Inoltre se la dichiarazione è generica rischia di non dimostrare nulla: il consiglio è dunque di farsi rilasciare una ricevuta con l'importo delle ore svolte e la retribuzione pagata. Se ci si accorda di erogare un tutto compreso, caso frequente nelle pratica, devono esserci anche le quote relative a tredicesima e ferie.

Sconsiglio comunque di pagare mensilmente il tfr ma di corrisponderlo alla fine del rapporto. Eventualemente il tfr può essere corrisposto una volta (previsione contrattuale) l'anno.

Ma tutto questo è sicuramente meglio dettagliarlo in un cedolino che se rilasciato, quindi, può evitare magari del contenzioso o può aiutare a risolverlo. Anche se non c'è un obbligo di legge che se violato viene sanzionato.

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore ??? 4 Anni 7 Mesi fa #6463

Buongiorno, riprendo un punto che non è stato poi chiarito fino in fondo da una precedente discussione.
La mia collaboratrice licenziata si è rifiutata di ritirare le ultime buste paga, la certificazione unica ed il prospetto di calcolo del TFR erogatole, ed il suo rifiuto si è esteso anche alla richiesta di rilasciarmi una firma anche solo per "ricevuta per presa visione" dei documenti. Quindi la domanda è: sono tenuta a fornirle comunque questi documenti tramite raccomandata a/r, e se sì per quali (o se tutti) documenti sono obbligata, oppure no?
Infatti la Legge n.4 del 05/01/1953 all'art. 4 esenta esplicitamente i privati datori di lavoro dall'obbligo di consegnare al personale addetto esclusivamente ai servizi familiari le buste paga, quindi direi che non sussiste per me obbligo di Legge, mentre il CCNL dei lavoratori domestici, all'art. 33 punto 1) prevede che vada consegnato il prospetto paga, ma dice che il lavoratore lo deve firmare....!!!
Grazie per il chiarimento.

Obbligo di dare la busta paga al lavoratore ??? 4 Anni 7 Mesi fa #6464

  • FrancescoPierobon
  • Avatar di FrancescoPierobon
  • Offline
  • Messaggi: 702
A seguito del rifiuto di riceverli e' sufficiente dare prova del tentativo di consegna dei documenti, quindi potrebbe essere fatta una raccomandata con scritto "I suoi documenti di lavoro, gli ultimi cedolini paga, la dichiarazione sostitutiva CU sono a disposizione presso il ns. indirizzo presso il quale può ritirarli previo appuntamento".

Considerato che è più semplice spedirli.... questa seconda opzione è il comportamento tenuto nei casi come il suo a seguito del rifiuto di sottoscrivere qualsiasi ricevuta, anche per presa visione.

Cordiali saluti.
Tempo creazione pagina: 0.260 secondi
Powered by Forum Kunena