Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO:

licenziata in tronco 7 Anni 5 giorni fa #5803

  • Anonimi
  • Avatar di Anonimi Autore della discussione
Sono stata licenziata in tronco dopo una settimana di malattia per stress, lavoravo 24 ore su 24 per una signora che ha avuto un ischemia, i primi mesi sono andata bene per le loro esigenze ( a parte la spazzatura di cui si lamentavano purtroppo sono una frana nella differenziata) finché non siamo andate in ferie in Puglia;anche mia città natale, una città che non ha le strutture per ospitare persone con un certo tipo di disabilità, la signora è caduta procurandosi una frattura composta perché non ha voluto aspettare che finissi la manovra di parcheggio. Premetto non ho bloccato la carrozzina quindi ho commesso un errore lasciandola in piedi con la carrozzina, ma se avessi messo il freno sarebbe successo il peggio anche con gli avvallamenti che ci sono i buchi e le voragini nell'asfalto spingendo un po' più forte si sarebbe fatta ancora più male,ma di questo non voglio giustificarmi, il fatto è che tornata a Padova queste mi avevano dato riposo in casa, quando per una settimana non ho goduto di un attimo di riposo, e la notte causa caduta non ho dormito, quando mi sono lamentata sono uscite un sacco di paturnie dicono che non ho dato le terapie alla madre, smentisco ho sempre eseguito le terapie, e che non li ho riferito le cose come stavano e quindi hanno perso la fiducia nei miei confronti. Io mi chiedo ora possibile che non ci sono tutele per le persone come me? che non vi sia una legge che tuteli i contratti badanti-colf, ma che questi datori di lavoro facciano quello che li pare. Sul mio contratto c'era scritto che avevo diritto a 2 ore di riposo a 12 ore un giorno della settimana e a 24 ore la domenica! facevo 5 ore a volte 4 il mercoledì e il sabato 11 ore quando sul contratto vi era scritto domenica( che dovrebbe essere pagata al 60%)il pomeriggio poi la signora era una continua richiesta e non mi dava respiro e oggi mi ritrovo con un foglio fatto da loro dove mi scrivono la risoluzione immediata del rapporto di lavoro causa inaffidabilità ma c'è qualcuno che ci tutela o siamo carne da macello?

Re: licenziata in tronco 6 Anni 11 Mesi fa #5812

  • Anonimi
  • Avatar di Anonimi Autore della discussione
Gentile signora,
mi permetto di fare alcune considerazioni su quanto da lei descritto. Il contratto di lavoro tra datore e badante è un rapporto di tipo essenzialmente fiduciario: ovvero se manca o comincia a mancare la fiducia, il contratto prevede la risoluzione del rapporto, sia da una parte che dall'altra, con una semplice comunicazione scritta e senza alcuna spiegazione. È vero che vi sono dei datori di lavoro che fanno fare più ore alle badanti senza pagare gli straordinari, ma è anche vero che ultimamente aumentano i casi conosciuti di badanti che trattano male il vecchietto. Le leggi comunque esistono e, a mio parere, sono molto vantaggiose per le badanti: faccio un esempio: una badante che fa la notte in ospedale chiede 20 euro ogni ora, ma non si trova una badante che voglia essere assunta regolarmente, o perchè clandestina, o perchè non vuole avere un ulteriore reddito da sommare con la pensione. Ma se l'autorità giudiziaria viene a conoscenza di questo rapporto in nero chi ne fa le spese è sempre il nostro caro vecchietto che (da moribondo) ha fatto lavorare una persona senza contratto di lavoro. Concludo dicendo che se dei torti ci sono stati, le leggi esistono; e personalmente vorrei anche aggiungere che la badante di mio padre è molto brava e sono contento di pagarle gli straordinari.
Tempo creazione pagina: 0.222 secondi
Powered by Forum Kunena