Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: contributi inps a carico del lavoratore

contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 9 Mesi fa #4346

  • mguggle
  • Avatar di mguggle Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 2
Buongiorno, ho una colf assunta dal 01/04/2009 (livello BS) e finora ho fatto gestire la pratica da un caf, ma sto valutando la possibilità di non rinnovare l'abbonamento e gestire la busta su webcolf. Attualmente sto pagando anche i contributi inps a carico del lavoratore, ma dopo 4 adeguamenti (considerando anche il 2013) e quasi due scatti di anzianità (il II dal 01/04/2013) vorrei sapere se posso mettere a carico del lavoratore la sua quota di contributi. Grazie, Manuela

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 9 Mesi fa #4348

Interessa anche a me.

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 9 Mesi fa #4358

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2088
Buongiorno,
se è d'accordo con la collaboratrice potrebbe trattenere la quota a carico lavoratore in busta paga ma le ricordo che ciò potrebbe essere oggetto di contestazione poichè la paga netta sarebbe ridotta rispetto all'anno precedente senza motivazione valida.

Le consiglio dunque di fare la modifica solo per esempio a gennaio (quando c'è l'aumento di paga, in modo da assorbire in parte la diminuzione) e con almeno uno scritto di accettazione da parte della colf.

Cordiali saluti

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 8 Mesi fa #4384

  • mguggle
  • Avatar di mguggle Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 2
Buongiorno,
ho riflettuto in questi giorni sulla sua risposta. Vorrei mettere a carico della lavoratrice i suoi contributi perchè le mansioni nonchè le ore di lavoro sono diverse da quelle per cui è stata assunta 4 anni fa. Nel 2009 eravamo i suoi unici datori di lavoro e badava per 20 ore la settimana a due gemelli appena nati, ora i bimbi vanno a scuola e lei svolge per 10 ore la settimana prevalentemente le pulizie, salvo vacanze scolastiche e malattie. OVVIAMENTE non siamo più i suoi unici datori di lavoro ma ne ha molti altri,più irregolari che regolati. Poichè in questi anni ha rifiutato due offerte di lavoro a tempo piento perchè non le convenivano, a questo punto mi chiedo quanto tempo rimarrà ancora con noi o potrà rimanerci,visto che il suo costo orario in quattro anni è aumentato notevolente e solo noi ne abbiamo sostenuto l'onere contributivo. Nel 2013 ritengo che la sua quota di contributi possa essere assorbita dall'aumento dei retributivi del 1 gennaio nonchè dallo scatto di anzianità previsto dal 1 aprile. E' sufficiente uno scritto di accettazione da parte della lavoratrice? Cosa ne pensa se le proponessi di mettere a suo carico la sua quota di contributi ma di non abbassarle lo stipendio rispetto al 2012, integrandole la differenza? Dovrei mettere per iscritto anche questa offerta? La ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente, Manuela.

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 8 Mesi fa #4385

Io ho provato a chiederlo ma la risposta è stata negativa, quindi per non far discussioni ho continuato a pagare la sua quota di contributi.

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 8 Mesi fa #4415

Buongiorno: ho un problema analogo e quindi continuo questo post.

A ottobre di quest’anno ho inoltrato domanda di sanatoria della badante convivente di mia madre (che non avevo potuto regolarizzare con il precedente decreto flussi). Attualmente, siamo in attesa della convocazione.

Mi sono rivolta a un’associazione di categoria per l’assunzione e per non occuparmi personalmente della predisposizione della busta paga, ritenendo così (erroneamente) di facilitarmi la vita.

Con mia sorpresa, e benché avessi fatto esplicitamente presente della cosa all’atto del conferimento dell’incarico, la prima effettiva busta paga che mi è stata consegnata e che ho fatto firmare(quella di gennaio) non reca l’addebito della quota di contributi a carico di mia madre. Si tratta di circa 43 euro mensili che sembrano poca cosa ma, considerato che ora ci sarà l’adeguamento istat, e che ci sarà lo scatto di anzianità a giugno, sono soldi che non posso permettermi di non addebitare.

La spiegazione che mi viene data è che, poiché mi sono già arrivati i bollettini dell’Imps per i sei mesi pregressi che ho già pagato al 100% (per forza, mi sono arrivati in automatico con precise scadenze che dovevo ovviamente rispettare), addebitare ora l’importo inps a carico del lavoratore implicherebbe una riduzione del suo stipendio.

Ma, mi chiedo, la retribuzione del lavoratore non si calcola sul lordo e rimarrebbe la stessa (attualmente 920,11)?
Qua stiamo parlando di una trattenuta previdenziale prevista dalla legge che incide sul netto.

Un’altra spiegazione dell'addebito a mio carico del 100% che mi è stata data riguarda la cassa colf: anche quella pagata al 100 % dal datore di lavoro e pertanto i contributi devono seguire la stessa sorte. (io in realtà però non ho ancora pagato nulla a livello di cassa colf perché l’associazione mi ha detto di aspettare…).

Vi risulta una cosa del genere? Cioè che un datore di lavoro che assuma in regima di sanatoria sia automaticamente obbligato a pagare il 100% dei contributi?

N.B.: preciso che nella lettera di assunzione che ho fatto firmare alla badante, ho avuto cura di specificare che le verrà pagato lo stipendio ale netto delle trattenute previdenaili a suo carico.

Grazie e cordiali saluti.

Stefania

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 8 Mesi fa #4427

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2088
L'unica cosa che posso consigliare è che nel momento in cui verranno pubblicati questi benedetti minimi di paga per il 2013, l'aumento venga assorbito con il pagamento dei contributi a carico collaboratore (o almeno in parte visto che l'aumento sarà inferiore ai 0,23 euro orari).

Passare alla richiesta di pagamento dei contributi a carico collaboratore infatti è una diminuizione a tutti gli effetti che potrebbe portare a delle richieste di arretrati se non compensata con altre somme.

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 8 Mesi fa #4432

Grazie mille.
E' sufficiente che faccia coincidere temporalmente i due eventi in busta paga (erogazione dell'aumento e deduzione del contributo) o devo inserire una qualche indicazione specifica nella busta paga medesima?

Grazie ancora.

Stefania

Re: contributi inps a carico del lavoratore 7 Anni 8 Mesi fa #4433

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2088
Direi che la coincidenza temporale potrebbe bastare. Si faccia tuttavia degli appunti sull'operato: magari nel futuro dovrà dare spiegazione in caso di domande da parte sindacale.

contributi inps a carico del lavoratore 4 Anni 9 Mesi fa #6465

Sempre sul tema dei contributi a carico del lavoratore.
Sono il datore di lavoro e ho sempre pagato on line la somma calcolata dallo stesso INPS sulla base della paga lorda. Questa somma comprende o no la quota a carico del lavoratore? Cioè devo aggiungere questa quota per poi recuperarla (se volessi) da quanto effettivamente pago mensilmente?
Grazie anticipatamente per la risposta.

contributi inps a carico del lavoratore 4 Anni 9 Mesi fa #6466

  • FrancescoPierobon
  • Avatar di FrancescoPierobon
  • Offline
  • Messaggi: 715
Buongiorno,

l'importo pagato con il MAV comprende sia la quota del datore di lavoro che la quota del collaboratore domestico.
Cordiali saluti.
Tempo creazione pagina: 0.266 secondi
Powered by Forum Kunena