Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: licenziamento per ubriachezza

licenziamento per ubriachezza 7 Anni 1 Mese fa #2812

  • raffaella
  • Avatar di raffaella Autore della discussione
l'attuale badante di mia madre è stata presso di noi per due periodi di circa un anno tra il 1998 ed il 2001, allora nonostante un carattere piuttosto irascibile si mostrava molto disponibile ed accorta nel seguire mia madre, per cui nel 2006 quando volle tornare in italia previo chiaro accordo (purtroppo solo telefonico) sulla paga che avrebbe avuto, feci domanda flussi migratori (ciò mi comportò non solo 26 ore di fila davanti ad un ufficio P.T. ma anche la richiesta al G.T. di Roma per essere nominata amministratore di sostegno di mia madre e poter dimostrare alla questura di poter amministrare la sua pensione oltre il mio stipendio disponendo quindi di sufficiente denaro per richiedere l'ingresso di una badante) prese servizio ad ottobre 2007, circa un anno dopo, il giorno che ottenne il cartellino del permesso di soggiorno la sera tornò a casa ubriaca fradicia ed aggressiva. Alcuni giorni dopo mi disse che lo aveva fatto perchè io la licenziassi così da non aver sensi di colpa se cambiava posto di lavoro, disse di aver avuto un'offerta di lavoro dove la pagavano 50€ di più e che lei ne aveva bisogno. Ci rimasi molto male perché io le ero affezionata ma nonostante tutto le alzai la paga di quei 50€.
Da allora la badante ha continuato ad ubriacarsi sempre più spesso, adducendo sempre qualche scusa tipo depressione compleanni ecc ecc, nonostante il mio medico di base che è anche il suo mi abbia consigliato tempo fa di licenziarla in tronco ho provato più volte a frenare il suo comportamento minacciandola di licenziamento o di riferire la cosa al figlio in Ucraina, ma non è servito a nulla, oltre che bere quando è libera ora lo fa anche in casa nascondendo bottiglie di super alcolici e birra nella sua camera. L'ultima volta Venerdì 28 ottobre c'è stato l'ennesimo episodio di ubriachezza con aggressione ed accuse inveritiere nei miei confronti, ma la cosa che mi ha fatto veramente andare in escandescenza tanto da sbattere un piede per terra con tal forza da fratturarmelo è stata la sua negazione di tutto compreso gli errori di somministrazione medicinali. Avrei voluto buttarla fuori sul momento così come le ho detto e poi non fatto per paura delle conseguenze.
Per tutte le pratiche inerenti la sua assunzione fogli paga ecc non ho potendo avvalermi di un aiuto professionale ho fatto da sola regolandomi sugli accordi presi con lei prima ancora di richiederne l'ingresso in Italia e leggendo il contratto nazionale variato prima del suo ingresso (sicuramente ho sbagliato viste le sue minacce ed accuse) . La I° lettera di assunzione sottoscritta la inquadrava livello Bs a tempo parziale
a. € 525 come da tabella B del CCNL
b. € 105 per trattamento di miglior favore ad personam
c. € 64,22 un rateo di tredicesima
Per un totale di euro 694.39. 70% TFR erogato annualmente
Attualmente lo stipendio é:
a) base 599,35
b) assegno ad personam 215,72
c) più 80,47 rateo tredicesima
Per un totale di euro 895,54 70% TFR erogato annualmente
Naturalmente gli straordinari sono stati sempre pagati in modo forfettario come da lei richiesto e non secondo regole contrattuali.
Non ho mai operato le trattenute previdenziali che ho sempre pagato solo io.
QUESITO : Se ora dovessi Licenziarla per motivi di ubriachezza sul lavoro a cosa vado incontro?

Re: licenziamento per ubriachezza 7 Anni 1 Mese fa #2817

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2084
Nel suo intervento non precisa quante ore di lavoro svolge la sua badante.

Dato il comportamento, comunque, non credo vi siano alternative: le consiglio di interrompere il rapporto secondo le due alternative:
1 - Dando regolare preavviso che, vista la situazione, lei pagherà comunque come indennità sostitutiva;
2 - Iniziando una contestazione disciplinare e, dopo 5 giorni che la badanta ha per giustificarsi, procedendo al licenziamento per giusta causa. Webcolf l'aiuta a compilare correttamente sia la contestazione sia la seconda lettera, di licenziamento per giusta causa.

Le conseguenze eventuali verranno affrontate, dato che la situazione non mi sembra sostenibile.

Re: licenziamento per ubriachezza 7 Anni 1 Mese fa #2820

  • Raffaella
  • Avatar di Raffaella Autore della discussione
Ringrazio sentitamente per i consigli, ho proceduto a consegnarle una lettera di richiamo dicendole: mi dispiace perché quando sei sobria lavori molto bene con mia madre che ti è affezionata e starà sicuramente male se sarò costretta a licenziarti. A quanto pare preferisce la bottiglia perché oggi mi ha consegnato lettera di dimissioni al 30 del mese per motivi di famiglia. Ora dovrò trovare urgentemente un'altra badante e per quante dicono di cercare lavoro in realtà pochissime vogliono lavorare.

Può dirmi cosa devo fare per avvalermi del Vostro aiuto per i calcoli di fine rapporto? Quanto costa e come fare io non ho un pc, uso un mac os 10 dismesso dal mio datore di lavoro.

Grazie ancora di tutto
anna raffaella de santis

Re: licenziamento per ubriachezza 7 Anni 1 Mese fa #2832

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2084
E' sufficiente poter navigare in internet. Faccia la registrazione del programma (i primi 30 giorni sono gratuiti), potrà simulare le buste pagate alla badante e dunque il tfr maturato con la rivalutazione.

Mi segnali qualsiasi difficoltà.
Tempo creazione pagina: 0.237 secondi
Powered by Forum Kunena

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e usufruire dei nostri servizi online. Se si prosegue nella navigazione si acconsente all’utilizzo. Per scoprirne di più al rigurado visita la nostra Cookies policy.

  Accetto di ricevere cookies da questo sito.