Welcome, Guest
Username: Password: Remember me

TOPIC: BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA

BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2565

1) Una badante in regime di convivenza che svolga anche assistenza notturna (non di sola presenza)per quante ore deve essere segnata e quanto deve percepire?
2)E' possibile assumere due badanti in regime di convivenza che si alternino in modo da garantire l'assistenza 24 ore su 24 ad un invalido 100%? Per quante ore devono essere segnate?
3)E' necessario comunicare alla questura la convivenza anche se si tratta di cittadini italiani e/o comunitari?
Grazie

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2568

Lei può assumere una colf e una badante con diverse funzioni,la prima per servizi assistenziali durante l'orario diurno,mentre la seconda come badante che può svolgere il suo lavoro notturno,ma con una diversa paga,infatti ha chi svolge lavoro come badante o colf durante l'orario notturno deve essere corrisposta una maggiorazione,poi dipende come vorrebbe regolarizzare i suoi lavoratori,nel caso in cui un consiglio sarebbe meglio inquadrarli a 25 ore settimane ciascuno,e alternarli,nel caso in cui non intendono alternarsi,con la lavoratrice notturna le consiglio di accordarsi con uno stipendio mensile e corrispondere qualcosina in più nello stipendio.
Per quanto concerne la comunicazione alla questura se si tratta di lavoratori italiani o UE non necessita la comunicazione presso la questura dove si svolge il rapporto di lavoro.

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2573

  • Raffaella Marone
  • Raffaella Marone's Avatar
Ma segnandole entrambe per 25 ore non corro il rischio che un domani mi facciano una vertenza perchè le ore effettivamente lavorate erano superiori alle 25?

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2575

  • Gabriele
  • Gabriele's Avatar
Praticamente lei inquadra due lavoratori con lo stesso orario a 25 ore settimanali,ma stabilendo due contratti diversi tra loro,una come colf e l'altra come badante quindi non trovano nessuna contraddizione tra loro,in questo caso non ha nessun problema di natura contrattuale,e non va incorrendo a nessun problema.

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2577

Mi perdoni ma non ne sono convinta....io voglio essere certa di pagare il giusto e denunciare il giusto.
Come posso segnarle per 25 ore se in realtà prestano servizio per più ore?

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2578

  • gabriele
  • gabriele's Avatar
Per un datore di lavoro riconosciuto invalido,lei può avere la possibilità di mettere due colf e una badante ma non so alla fine quanti soldi gli occorrono per poter essere a regola, a meno che non riesce a trovare una badante con livello DS parliamo di una datore di lavoro non autosufficiente,lei può assumerla tranquillamente con un importo pari a 1274.00€ mensili con un livello super.

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2582

Precisiamo un punto a scanso di equivoci: se la badante svolge un orario di lavoro in regime di convivenza come nel caso sopra descritto, i contributi andrebbero pagati sulle ore effettivamente lavorate o, in alternativa, se non ben determinabili, sull'orario pieno di 54 ore settimanali.

Solo in questo modo il datore di lavoro è perfettamente in regola.

Re:BADANTE E ASSSITENZA NOTTURNA 7 years 3 months ago #2586

  • Info
  • Info's Avatar
Prodromo,allora per il rapporto di lavoro effettuato prevalentamente durante l'orario notturno in questo caso il Ccnl Bandanti,definisce che per orario notturno si intende la fascia oraria dalle ore 20 alle ore 8.00 del giorno seguente,la relativa retribuzione minima è articolta su tre livelli BS,CS,DS;
Con il rinnovo del 1996 è ora prevista una ulteriore figura professionale (categoria unica) che si identifica in coloro che vengono assunti esculisivamente per garantire la presenza notturna definita prestazine d'attesa,cioè dalle ore 21.00 alle 8 del mattino in questo caso i valori mensili per codesta categoria cioè il livello unico è di euro 609.54,mentre se il datore di lavoro vuole assumere un lavoratore con livello super cioè facente parte nella categorie come sopracitate cioè BS,CS,DS in questo caso ci sono due posizioni da valutare,se si tratta di datore di lavoro autosufficiente il lavoratore va inquadrato con un livello BS cioè con una paga mensile di euro 910.33 mensili,nel caso in cui il lavoratore non è autosufficiente in questo caso si deve fare riferimento al livello CS,DS con una retribuzione fissa pari ad euro 1031.00 euro.
Questo in pillole la reale situazione cui lei dovrebbe adempiere per essere tranquilla e in regola con gli enti preposti.
Time to create page: 0.172 seconds
Powered by Kunena Forum

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e usufruire dei nostri servizi online. Se si prosegue nella navigazione si acconsente all’utilizzo. Per scoprirne di più al rigurado visita la nostra Cookies policy.

  Accetto di ricevere cookies da questo sito.