Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: decesso dell\'assistito e TFR

decesso dell\'assistito e TFR 7 Anni 6 Mesi fa #2365

  • francesca
  • Avatar di francesca Autore della discussione
Buonasera volevo chiedere due cose: vorrei anticipare alla badante oltre alla tredicesima (in busta paga mensilmente) anche il TFR per evitare un esborso forte alla fine del rapporto. Ho letto che su richiesta scritta della badante si può anticipare alla fine di ogni anno e per una sola volta nell'arco dell'anno il 70% del TFR maturato nell'anno in corso.
Il vantaggio può essere che, se il rapporto si protrae per qualche anno, da rivalutare resta soltanto il 30% per ogni anno. Ho visto la busta paga della badante di un amico fatta dai sindacati e questi addirittura le liquidano mensilmente il TFR.
Posso quindi comportarmi versandole il 70% ogni fine anno, senza rischiare di incorrere alla fine rapporto in una vertenza?
La seconda domanda riguarda l'interruzione del rapporto di lavoro per causa di forza maggiore. E' vero che in caso di decesso dell'assistito bisogna consegnare subito la lettera di licenziamento alla badante in quanto da tale data si conteggiano i 15gg di calendario del preavviso? Ho saputo di diverse persone che hanno avuto vertenze in quanto non avevano dato la lettera alla badante. personalmente ritengo che sia una cosa a dir poco vergognosa, in quanto nell'istante in cui uno subisce un lutto penso che l'ultimo pensiero sia la lettera alla badante! Volevo sapere se nei 15gg di calendario la badante è tenuta cmq a lavorare (visto che è pagata) e se è possibile utilizzarla presso un'altro domicilio (esempio semplice: casa mia). grazie per la risposta

Re:francesca 7 Anni 6 Mesi fa #2371

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2084
1) Per la liquidazione annuale del TFR direi che non vi sono particolari rischi ma si faccia sempre rilasciare una domanda di anticipo da parte della sua badante;

2) Le confermo che in caso di interruzione (anche per decesso del datore di lavoro), salvo il caso della giusta causa, bisogna sempre dare regolare preavviso, come previsto, peraltro dal ccnl.
Tempo creazione pagina: 0.167 secondi
Powered by Forum Kunena

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e usufruire dei nostri servizi online. Se si prosegue nella navigazione si acconsente all’utilizzo. Per scoprirne di più al rigurado visita la nostra Cookies policy.

  Accetto di ricevere cookies da questo sito.