Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: variazione paga oraria e ore di lavoro

variazione paga oraria e ore di lavoro 7 Anni 9 Mesi fa #2225

  • carla
  • Avatar di carla Autore della discussione
La mia colf attualmente lavora 20 ore settimanali; al patronato le hanno detto che se non raggiunge 25 ore settimanali di contributi non ha maturazione della pensione, pertanto mi ha chiesto di farla lavorare 5 ore in più accettando una riduzione della paga oraria che rimarrebbe comunque sopra il minimo contrattuale previsto per il suo livello. Devo comunicare tali variazioni di orario e di paga all'INPS? potrebbero sorgere problemi futuri di carattere sindacale a seguito di questa riduzione del compenso orario che comunque formalizzerò con apposita appendice contrattuale?
Grazie mille per la vostra efficienza e competenza.

variazione paga oraria e ore di lavoro 7 Anni 9 Mesi fa #2266

  • carla
  • Avatar di carla Autore della discussione
Chiedo cortesemente se qualcuno può darmi un aiuto riguardo alla problematica sotto riportata, grazie

Re:variazione paga oraria e ore di lavoro 7 Anni 8 Mesi fa #2272

  • diesis
  • Avatar di diesis Autore della discussione
Il quesito interessa anche me, che ho una colf per 12 ore settimanali...
C'è qualcuno che ci può rispondere?
Grazie...!

Re:variazione paga oraria e ore di lavoro 7 Anni 8 Mesi fa #2281

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2084
Intanto non è corretto che se una persona non raggiunge le 25 ore di contributi non matura la pensione; la pensione matura ma in proporzione all'orario svolto: ad esempio, se lavoro 20 ore alla settimana (il 50% del tempo pieno), servirebbero teorici 80 anni per maturare i 40 anni di pensione.
Dunque la persona andrà in pensione a 65 anni se maschio, 61 o 62 adesso se donna (ma probabilmente a 65 tra 20-30 anni...)

Per il suo caso le consiglio di fare uno scritto dove la sig.ra esplicitamente accetta la riduzione del superminimo o dell'acconto futuri aumenti. Tra l'altro, essendo un valore superiore al minimo sindacale, i giudici hanno chiarito che è un diritto disponibile e pertanto non è necessario l'intervento del sindacato.

Non c'è obbligo di comunicazione di variazione dell'orario o della paga all'INPS, può modificare i modelli MAV al momento del pagamento.

Essendo una riduzione della retribuzione che riguarda una parte eccedente il minimo sindacale, non vi sono problemi di carattere sindacale ma è necessario che la riduzione sia esplicitamente accettata e concordata dal lavoratore (io nel verbale chiarirei che è frutto di una richiesta che viene dal collaboratore stesso).

Cordiali saluti.

Re:variazione paga oraria e ore di lavoro 5 Anni 1 Settimana fa #5454

Buongiorno,

mi sono imbattuto su questa problematica evidenziata dal momento che è esattamente la via che anche noi vorremmo percorrere con il nostro badante.

Mi domandavo: esiste o è possibile avere un template della dichiarazione di riduzione della retribuzione oraria nei limiti del superminimo?
Altrimenti è possibile prepararla e condividerla per assicurarmi di non tralasciare nessuna dicitura del caso?
Purtroppo non sono un legale e non vorrei far firmare al badante una dichiarazione non corretta nella forma e nei contenuti.

Grazie mille
Tempo creazione pagina: 0.197 secondi
Powered by Forum Kunena