Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO:

Pagamento dell'indennità di presenza notturna 8 Anni 4 Mesi fa #3802

  • ALEX64
  • Avatar di ALEX64 Autore della discussione
La mia domanda è fondata sulla retribuzione di una badante convivente con persona non autosufficiente, la quale dopo aver svolto i suoi compiti per le 54ore settimanali come da contratto
deve essere presente nelle ore notturne. COME DEVE ESSERE RETRIBUITA.....???
Grazie anticipatamente.

Re: Pagamento dell'indennità di presenza notturna 8 Anni 4 Mesi fa #3808

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2088
Le ore svolte in più rispetto alle 54, in caso di chiamata delle persona assistita, dovrebbero essere maggiorate come lavoro straordinario notturno, dunque con una maggiorazione del 50% rispetto all'ora ordinaria.

In webcolf ciò significa evidenziare nel calendario mensile con SN lo straordinario svolto.

In alternativa potrebbe essere prevista una specifica indennità forfettaria, da corrispondersi sempre uguale in modo mensile in aggiunta allo stipendio ordinario, che prevede un compenso per la media di ore di intervento richieste.

Re: Pagamento dell'indennità di presenza notturna 8 Anni 3 Mesi fa #3876

  • MarioM
  • Avatar di MarioM Autore della discussione
Salve.
Anch'io ho un problema simile.
In questo caso la presenza notturna è richiesta per una persona autosufficiente per 5 a settimana.
La persona che presta il servizio, fa solo questo per me e quindi non è in regime di convivenza.

Utilizzando il programma WebColf ho impostato un orario lavorativo "full" per 6 giorni a settimana con lo scopo di riproporzionare l'indennità prevista fissa mensile di 625 euro ai giorni effettivi di lavoro.

Mi chiedo però se è una impostazione corretta, dato che sul tema mi pare ci sia diversità di vedute.

Vorrei avere un conforto anche sulle modalità di conteggio dei contributi.
Con le impostazioni fatte tramite il programma, ogni giorno deve essere conteggiato con 9 ore (almeno così suggerisce WebColf), sebbene l'orario da contratto sia dalle 21 alle 8 (quindi 11 ore).
I contributi vengono quindi conteggiati in base alle 9 ore giornaliere.
Corretto?

Re: Pagamento dell'indennità di presenza notturna 8 Anni 3 Mesi fa #3887

  • Francesco_Pierobon
  • Avatar di Francesco_Pierobon
  • Offline
  • Messaggi: 2088
La sola presenza e l'assistenza notturna sono viste dal contratto collettivo come rapporti di convivenza.

Dunque i 625 euro non andrebbero riproporzionati (anche se webcolf può essere forzato a farlo) mentre le ore su cui calcolare i contributi possono essere minori delle 54 (9 ore per 6 notti).
Se l'assistenza è maggiore (dalle 21 alle 8) bisognerebbe corrispondere le differenze delle ore in più come straordinario.

Ad inizio agosto abbiamo modificato il programma per gestire correttamente tale tipologia di rapporti (prima se l'utente non inseriva la convivenza il programma non la forzava), adesso webcolf quindi fa pagare i contributi sulle ore effettivamente inserite, pur raggiungendo sempre il minimo sindacale mensile previsto (senza alcun riproporzionamento se non vi è lo spunto sul trattamento economico avanzato).

Rimango a disposizione per ogni chiarimento.
Tempo creazione pagina: 0.230 secondi
Powered by Forum Kunena