Seguici o richiedi assistenza su:

webcolf.com

Gestione online colf e badanti

Il CUD sostitutivo per colf e badanti
Scritto da Valeria   
Mercoledì 11 Aprile 2012 06:14

 

imagecud4

Il datore di lavoro e il collaboratore domestico, a seguito della stipulazione di un contratto di lavoro sono obbligati ad una serie di adempimenti di natura previdenziale / fiscale. Fra tutti l'obbligo da parte di colf o badanti di dichiarare i redditi conseguiti e di liquidare le imposte IRPEF e addizionali comunali e regionali.

Poichè il datore di lavoro non è sostituto d'imposta, il collaboratore dovrà presentare il modello RC di UNICO , diversamente, invece, potrà usufruire dell'assistenza fiscale con compilazione del quadro C del mod. 730 in due casi:

-se si è in presenza, oltre al datore di lavoro privato, anche di un sostituto d'imposta che può effettuare le operazioni di conguaglio da assistenza fiscale  (è il caso , ad esempio, della collaboratrice familiare che risulta al contempo pensionata o lavoratrice pert time)

-qualora sia coniugato e possa presentare la dichiarazione congiunta con l'altro coniuge che si trova nelle condizioni reddituali e soggettive che consentono l'utilizzo del modello 730 (pensionato o lavoratore dipendente).

La presentazione dell'UNICO per il 2012 scade il prossimo 30 settembre e può avvenire con modalità telematica diretta o per mezzo di un intermediario. Se invece il lavoratore rispetta le condizioni per le quali può presentare il 730 i temirni di scadenza, per il 2012, sono il 16 maggio (se il sostituto del coniuge presta assistenza fiscale) o il 15 giugno (se si rivolge ad un intermediario abilitato).

Per quanto sopra il datore di lavoro deve rilasciare a colf e badante una dichiarazione sostitutiva del modello CUD che dovrebbe essere consegnata ordinariamente entro il 28 febbraio. Nella prassi è tollerata anche la consegna in tempi successivi comunque in modo antecedente all'appuntamento del lavoratore domestico con il caf o l'intermediario che compila la dichiarazione.

Il CUD per i lavoratori domestici non ha un formato standard, definito per legge: solitamente è formato da due parti principali: la prima, in cui vengono indicati i dati anagrafici e il codice fiscale del datore di lavoro, del collaboratore, il periodo di riferimento (esempio 2012) e il numero dei giorni di detrazione (che comprendono anche i periodi di sospensione del rapporto e i giorni non lavorativi), e la seconda, in cui il datore di lavoro domestico attesta di aver corrisposto alla colf o bandante i compensi annuali riguardanti: la retribuzione lorda comprensiva di 13a, i contributi INPS e quelli della cassa colf, il netto corrisposto, l'imponibile assoggettabile all'irpef ridotto (lavoro straordinario e premi), e il tfr corrisposto (anche tramite anticipi).

 Per progetto, considerato che i contributi a carico collaboratore non sono deducibili dal datore di lavoro, essi vengono comunque riportati sul CUD anche se non trattenuti al collaboratore.
Se infatti non venissero riportati, la paga effettiva diventerebbe più alta, dunque magari la fascia contributiva non risulterebbe più corretta, creando un ulteriore possibile circolo vizioso di aumento dell'imponibile.

 Per quanto riguarda i contributi cassa colf, poi, nonostante siano esposti nel cud, essi non sono deducibili in quanto versati a scopi non esclusivamente sanitari, interpretazione questa confermata dall'ente stesso.

Nel nostro programma, per poter stampare la dichiarazione sostitutiva del cud è necessario seguire questa procedura:

-entrare nel menù 3 - riepilogo di fine anno | CUD: dichiarazione sostitutiva

-spuntare il flag "elenca dipendenti licenziati da oltre 3 mesi" nel caso si siano gestiti collaboratori il cui rapporto è terminato nel corso dell'anno precedente

-scrivere l'anno a cui si riferisce la dichiarazione (per la dichiarazione di ciò che è stato corrisposto nell'anno 2011 si seleziona 2011)

-confermare con il bottone ok

-procedere alla stampa selezionando, eventualmente le opzioni citate.

imagestampacudcompleto1


Per la dichiarazione dei redditi anno 2012, il CUD deve riportare che l'anno di riferimento è 2011.

Per ogni ulteriore chiarimento nella produzione della stampa, siamo comunque a disposizione all'indirizzo di posta riportato all'interno del sito.

Alcuni utenti, per finire, ci hanno chiesto di poter disporre di una bozza in bianco del modello CUD sostitutivo per colf e badanti. Abbiamo quindi inserito tale modello tra i documenti scaricabili del sito e che potete aprire anche da qui.

 
 
Joomla Templates at JoomlaShack.com